Da Gomis a Parigini: come la riforma Tavecchio cambierà il Toro

Vittorio Parigini




Il settore giovanile del Toro è senza dubbio uno dei migliori del nostro campionato, ma nell’era Cairo il solo Ogbonna (ed in parte Suciu, fermato sul più bello da vari gravi infortuni) è riuscito a diventare punto di riferimento della prima squadra.

Una buona occasione per tornare a vedere dei prodotti del vivaio granata giocare nel Toro potrebbe essere la prossima stagione, in cui entrerà in vigore a pieno regime la Legge Tavecchio. Quest’ultima prevede, tra le varie regole sulla composizione delle rose, che del massimo di 25 giocatori (numero nel quale non sono compresi gli under 21), almeno 4 siano cresciuti nel settore giovanile della squadra in questione.

Alfred Gomis

E’ dunque pronto a fare il suo rientro al Toro Alfred Gomis, che si è conquistato la porta granata dopo 3 stagioni da protagonista in serie B (Crotone, Avellino ed attualmente Cesena). Dopo alcune apparizioni in panchina con Ventura, anche Antonio Barreca potrà vivere la prima stagione da protagonista con la squadra che lo ha fatto crescere. Il giovane terzino sinistro (classe 1995) dopo un’ottima stagione con il Cittadella, è riuscito quest’anno a dimostrare il proprio valore in una squadra ai vertici del campionato cadetto, scalzando nelle gerarchie il promettente Murru.
Tra gli attaccanti granata ci sarà Vittorio Parigini, l’enfant prodige classe 1996, attualmente fermato da uno strappo muscolare, che sta disputando la sua terza stagione in serie B e mettendo in mostra tutte le sue doti. E’ difficile, al momento, stabilire con certezza se vi sarà anche un quarto giocatore pronto a rientrare, ma gli occhi del Toro sono su Marco Chiosa, difensore mancino classe 1993: può essere il nome giusto per il dopo-Moretti? Avrà tempo fino a giugno per convincere la dirigenza a puntare su di lui.

IMG_9156

Sarà probabilmente prestato ancora una volta Mattia Aramu: dopo un buon inizio di stagione con il Livorno, il giovane (classe ’95) si è dovuto fermare per la rottura del menisco e non sta più trovando spazio. Verrà nuovamente ceduto in prestito anche Simone Rosso, che, pur avendo trovato pochissimo spazio, ha comunque messo in mostra le proprie qualità.
Imprevedibile, invece, il futuro di Lys Gomis: dopo questa stagione, sembra ormai sempre più difficile vederlo titolare tra i pali granata, anche “per colpa” del fratellino Alfred.




E tu, che ne pensi? Faccelo sapere lasciando un commento