Dopo Pioli rinnova anche Juric: ecco perché la conferma di Longo non va esclusa

Si complicano i piani del Toro per la prossima stagione. In meno di ventiquattro ore sono infatti sfumate le piste che portavano a Stefano Pioli e Ivan Juric, i due favoriti in caso di addio di Moreno Longo. Il tecnico del Verona ha infatti deciso di rimanere alla corte degli scaligeri, firmando un rinnovo di contratto fino al 2023.

Detto di Longo, la cui conferma non è affatto da escludere a prescindere, si stringe la lista dei candidati alla panchina granata. Al momento il Toro non ha avuto contatti particolarmente concreti con nessun allenatore: l’unico sondato con più interesse è stato Juric, ormai sfumato. La palla passa ora al campo: Moreno Longo saprà conquistarsi la conferma in queste ultime quattro giornate? Il Toro ha apprezzato il suo lavoro, in una situazione difficilissima e con una rosa non adatta al suo stile di gioco. Ma ora si aspetta un messaggio in queste ultime quattro partite, soprattutto sul piano del gioco.

Tra i nomi in lizza rimane quello di Marco Giampaolo. Il tecnico, ancora sotto contratto con il Milan per due milioni netti a stagione, piaceva al presidente Cairo. Il suo nome è stato valutato e piace l’idea tattica di imporre il proprio gioco in ogni circostanza, ma la pista non è calda. Sullo sfondo resistono, in ordine di preferenza, le candidature di Di Francesco, D’Aversa e Semplici: tre nomi che però non convincono appieno Cairo e Vagnati. E allora? La dirigenza è al lavoro, una cosa è sicura: non si cambierà tanto per cambiare.

L’idea della società, da un punto di vista del lavoro da impostare, è molto chiara: si cerca un allenatore in grado di dare un’impronta precisa alla squadra. Su chi ricadrà la scelta? Al momento c’è poco di concreto, i nomi forti erano Pioli e Juric. Ora non resta che attendere il finale di stagione: anche Moreno Longo si giocherà le sue carte ed il Toro cambierà solo se veramente convinto dell’allenatore cui affidare la squadra.

E tu, che ne pensi? Faccelo sapere lasciando un commento