Torino-Lecce 3-1, le pagelle: Singo il migliore

MILINKOVIC-SAVIC 6: Con i piedi è un valore aggiunto in costruzione, ha personalità nel cercare sempre di giocare il pallone. Attento in uscita sui palloni alti.

SINGO 7: Sulla destra spinge costantemente ed è sempre pericoloso. 

NKOULOU 5,5: Una buona chiusura nel primo tempo, in avvio di ripresa sbaglia clamorosamente a liberare l’area e serve un pallone d’oro che il Lecce non riesce a trasformare in gol.

LYANCO 6: Si perde Stepinski in occasione del vantaggio dei salentini, si riscatta trovando il primo gol in maglia granata su cacio d’angolo. In crescita.

MURRU 5: Dalle sue parti il Lecce riesce sempre a rendersi pericoloso. In fase offensiva è troppo scolastico (dal 68′ Meité 6: porta fisicità in mezzo al campo).

ANSALDI 5,5: Si fa vedere con cambi di gioco e cross, ma gioca ad un ritmo troppo basso. Non è ancora al top della condizione (dal 90′ Rodriguez 6: ordinaria amminsitrazione, un bel dribbling e poco altro).

SEGRE 6: Bravo nel giocare i palloni che riceve, ma dovrebbe farsi vedere ancora di più (dal 90′ Rincon 6,5: Dà equilibrio in mezzo al campo e dà il via all’azione del 3-1.)

LINETTY 6: Prezioso in fase di costruzione, gioca anche lui ad un ritmo più basso del solito (dal 68′ Lukic 6: Entra e trova una squadra che gioca a ritmi molto bassi, lui fa il compitino e non riesce a dare la svolta).

GOJAK 6: Non è ancora nel vivo del gioco, ma i primi segnali sono molto incoraggianti. Bellissimo il lancio con il sinistro (suo piede debole) che nel primo tempo ha lanciato Bonazzoli davanti al portiere (dal 94′ Edera 5,5: ha mezzora per provare a convincere Giampaolo ma non riesce a farsi notare per particolari spunti. Nel finale sbaglia a tu per tu con Vigorito prima che Verdi ribadisca in rete per il definitivo 3-1).

BONAZZOLI 6: Alterna buone giocate a poca concretezza sottoporta. Gestisce molto bene il pallone, ma certe occasioni vanno trasformare in gol con maggiore cattiveria. Ai supplementari conquista il calcio di rigore che sblocca la partita. Sicuramente un passo avanti rispetto alla timida prova contro il Cagliari.

VERDI 6,5: Con i piedi può sempre inventare qualcosa di importante, ma si vede che non è in fiducia e sbaglia ancora qualche pallone di troppo. La sua gara diventa sufficiente nel secondo tempo supplementare: perfetto dal dischetto, bravo a trovare la porta per il definitivo 3-1.

 

E tu, che ne pensi? Faccelo sapere lasciando un commento